Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Quanto costa viaggiare sul treno Roma-Cadore e soggiornare in montagna per visitare posti meravigliosi mangiando bene

Foto dell'autore

Maria Zarbo

Ci sono tanti mezzi che permettono all’uomo di spostarsi. Si ha la necessità ogni giorno di raggiungere molti luoghi e di solito prendiamo l’automobile. Se decidiamo di andare in vacanza potremmo ogni tanto cambiare. Scopriamo ad esempio quanto può costare raggiungere le Dolomiti in treno partendo dalla Capitale.

Per raggiungere luoghi distanti abbiamo di solito bisogno di un mezzo di locomozione. Per risparmiare tempo si sceglie spesso l’aereo. I costi a volte sono alti e se si ha voglia di guidare si prende l’automobile. Grazie ad autostrade, posti di ristoro e traghetti possiamo in questo modo arrivare a destinazione abbastanza agevolmente.  Una vacanza però potrebbe essere piacevole già durante il viaggio. Molti preferiscono viaggiare in treno usando magari mezzi storici per brevi tratte.

Per raggiungere le Dolomiti scopri quanto costa viaggiare sul treno Roma-Cadore

Le Ferrovie dello Stato dal 15 dicembre 2023 hanno messo a disposizione dei viaggiatori diretti in montagna un mezzo comodo. Si tratta dell’espresso “Cadore”, che collega la stazione Roma Termini a Calalzo e poi Pieve di Cadore-Cortina D’Ampezzo con un bus dedicato. Sul treno si hanno a disposizione cuccette e vagoni letto insieme a un servizio ristorazione e possibilità di trasportare le bici. Si parte ogni venerdì sera da Roma e ci si sveglia alla stazione di Calalzo. Da qui si prosegue con un autobus verso Pieve di Cadore e Cortina. I prezzi partono attualmente da 160 euro a persona e variano in base al tipo di sistemazione a bordo.

Una vacanza in montagna indimenticabile

Dopo aver appreso quanto costa viaggiare sul treno Roma-Cadore elenchiamo qualche attrazione che troveremo all’arrivo. Le Dolomiti offrono la possibilità di escursioni sia in estate che in inverno. Si possono praticare anche sport come sci, sci di fondo e sci alpinismo, giri in ciaspe o in slitta e tanto altro. Nel Cadore troviamo il MARC, Museo archeologico cadorino, con vari reperti. È molto interessante anche il Museo dell’occhiale con pezzi come monocoli, binocoli, cannocchiali, pince-nez, lenti d’ingrandimento e occhiali curiosi. Completa l’esposizione una ricca raccolta di foto, filmati d’epoca e documenti storici.

Ristoranti e baite sono il posto ideale per assaporare polente e zuppe, casunziei, frico, pastin, secondi con selvaggina. Per soggiornare si può spendere circa 70 euro in una casa vacanze a notte per due persone. In bed and breakfast il prezzo partirebbe da circa 80 euro a notte. Possibili variazioni si hanno in base alla zona scelta e alla stagione.

Impostazioni privacy