Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Le acque più costose da comprare in Italia e la classifica di quelle più costose del Mondo: una arriva dal cuore delle Dolomiti

Foto dell'autore

Simone Scalas

Comprare una bottiglia di acqua è la cosa più naturale che possiamo fare quando siamo in un market. Eppure ci sono alcuni prodotti che non costano quanto ci aspettiamo. Anche una bottiglia di acqua naturale è in grado di stabilire dei record. Soprattutto di prezzo. 

Se ci siamo chiesti quale sia l’acqua che costa di più in Italia probabilmente è perché siamo alla ricerca di prodotti top per la nostra dieta, oppure perché abbiamo visto la pubblicità della Ferragni. Perché qualche tempo fa la polemica scoppiò veemente sul web quando la nota influencer mise in commercio una bottiglia d’acqua creata insieme alla Evian. Prezzo di una bottiglia 8 euro. Fu un esperimento di marketing che portò ulteriore attenzione verso le attività della influencer.

Palando, invece, di acque presenti regolarmente in commercio, la più costosa italiana è l’acqua Cedea, che arriva dal cuore delle Dolomiti, dai piedi della Marmolada. Acqua oligominerale con residuo fisso di 130 mg per litro, pura e povera di sodio, ha vinto numerosi premi a Stoccolma, Chicago, e anche in Italia. Nel 2023 è stata al primo posto come miglior acqua italiana. Il suo prezzo è di 6 euro per bottiglia.

Acque non italiane

Le acque più costose da comprare in Italia non sono italiane. La Cedea rappresenta sicuramente una eccellenza. In commercio, però, abbiamo anche la Fillico. Una delle caratteristiche di quest’acqua è il design delle bottiglie che nel tappo hanno delle pietre preziose incastonate. Si tratta di pietre Svarovski e di decorazioni in oro. La bottiglia è da 72 cl e costa 357 euro. Si tratta di bottiglie estremamente prestigiose. Ma com’è l’acqua? 

È ottima anche se questi pezzi vengono spesso acquistati per collezioni e quindi le bottiglie non vengono bevute. Ne vengono prodotte solo 5.000 l’anno per festeggiare eventi speciali che coinvolgono le famiglie più potenti del pianeta. Avvenimenti, quindi, che riguardano solo una piccola élite.  

E acque più costose da comprare in Italia e quelle che costano più di tutte

Le acque più costose in commercio in Italia sono quindi la Cedea e la Fillico. Nella classifica delle acque più costose in assoluto, alcune non le troviamo in commercio in Italia, ci sono diverse curiosità.

Per esempio, al primo posto troviamo un’acqua che arriva dalle sorgenti delle Figi e dalla Francia. È imbottigliata in bottiglie di oro massiccio, design di Fernando Altamirano di Tequila Ley. Contengono 75 cl di acqua e ogni bottiglia costa 60 mila euro. Il nome di questo prodigioso prodotto è dedicato a un famoso artista italiano. È l’acqua di Cristallo Tributo a Modigliani.

Altre bottiglie costose sono la Kona Nigari che i giapponesi dicono miracolosa per i problemi di salute, ma non ci sono mai stati riscontri medici in materia. Il prezzo è di 420 euro per bottiglie da 75 cl. La Bling H20 da 85 euro a bottiglia, proveniente dalle sorgenti di Dandridge nel Tennessee, bottiglie con vetro lavorato Swarovski. La Veen, proveniente dalla Finlandia, costo 65 euro, con acqua che sgorga direttamente dal Circolo Polare Artico.   

Impostazioni privacy