Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Vite al limite, Nowzaradan la manda via in malo modo: dopo poco riceve la notizia della sua morte

Foto dell'autore

Anna Di Donato

La donna aveva avuto un duro scontro con lei, poi la triste notizie del decesso. Ecco cos’è accaduto a Vite al limite

Vite al limite ha visto passare tantissime persone in 11 anni di programmazione. I successi sono stati tanti, ma anche gli abbandoni, le espulsioni. Finora, tra l’altro, ci sono stati anche 13 decessi.

Vite al limite, la paziente si scontra col dott. Now, poi muore
Vite al limite, dott. Now (fonte youtube, TLC)-lintellettualedissidente.it

Il programma offre supporto dietetico ma anche psicologico, considerato il fatto che le persone che si rivolgono ad esso sono affette da grave obesità. Molti di loro presentano passati difficili, in cui hanno subìto gravi traumi.

Alcuni di loro hanno avuto a che fare con lutti, maltrattamenti, abusi sessuali e molto altro. Tutti hanno in comune il cibo come valvola di sfogo, che poi, però, ha portato a problemi molto seri da affrontare. Molti dei pazienti del dottore, infatti, non possono muoversi a causa del troppo peso, e sono costretti a letto.

La sofferenza è grande, ma nella gran parte dei casi, anche la voglia di riscatto. La voglia, di riprendersi la propria vita, di realizzare i propri desideri.

Vite al limite, Nowzaradan la allontana dal programma, poi la notizia choc

La sesta stagione di Vite al limite ha avuto, tra le sue protagoniste, Lisa Fleming. La donna è arrivata in clinica, a Houston (Texas), con un peso di 319 kg.

Vite al limite, Lisa litiga col dottor Now, poi muore
Vite al limite, Lisa Fleming (fonte youtube, TLC)-lintellettualedissidente.it

La donna, nel 2017, aveva 49 anni. Era originaria dell’Alabama, ed era davvero tosta. Era talmente coinvolta nella sua dipendenza compulsiva dal cibo, che non riusciva a uscirne.

Aveva anch’ella, come tante altre persone che hanno preso parte a Vite al limite, una storia difficile alle spalle. Ha cominciato a mangiare in modo smisurato dopo un grave trauma.

Da bambina, infatti, era stata presente all’omicidio del fratello, e questo è stato uno choc che non l’ha mai abbandonata. È andata in depressione e negli anni a venire, ha cercato conforto nel cibo, fino ad arrivare ad avere problemi molto seri, a livello fisico.

Il dottor Now ha comunque tentato di aiutarla, ma nel periodo trascorso a Houston, la donna ha perso circa 10 kg. Poi, una volta tornata a casa, ha ricominciato a mangiare riprendendo i chili persi.

Il medico, a quel punto, ha avuto un duro scontro con lei, dicendole che così metteva a repentaglio la sua vita. Le ha detto che se avesse proseguito con questo atteggiamento l’avrebbe espulsa da Vite al limite. E così, dopo soli 6 mesi di percorso, è stato.

Dalla sua espulsione dal programma, non si erano più avute sue notizie, finché non si è saputo che era morta nell’agosto 2018, a 50 anni.

Impostazioni privacy