Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Truffe romantiche su Tinder: l’app ti aiuta ad evitarle

Foto dell'autore

Claudio Rossi

Tinder è l’app di incontri online più diffusa al mondo. E si diffondono anche i raggiri: ecco come difendersi dalle “truffe romantiche”

Sempre più persone cercano l’anima gemella online. In questi anni sono proliferate le app di incontri e dating online. La nuova frontiera dell’emotività e delle relazioni. Ma, a volte, anziché l’amore gli utenti si ritrovano con una truffa bella e buona. Ora, però, ecco come ci possiamo difendere da quelle che vengono definite le “truffe romantiche”.

Truffe romantiche
Tinder: come difendersi dalle “truffe romantiche” – (lintellettualedissidente.it)

C’è un grande bisogno di affettività e c’è una spasmodica voglia di sessualità. Tutto abbinato alla alienazione che l’individuo contemporaneo vive, ormai pienamente immerso nella tecnologia, con i social network che hanno sostituito, in tutto e per tutto, le relazioni reali e personali.

Come detto, sono tante, tantissime le app che in questi anni hanno invaso il mercato, promettendo la certezza di trovare l’anima gemella. La prima fu senza dubbio Tinder, ancora oggi utilizzata in tutto il mondo. Lanciata nel 2012, Tinder è l’app più popolare al mondo per incontrare nuove persone ed è stata scaricata più di 530 milioni di volte.

E, ovviamente, essendoci una grande richiesta, anche i criminali informatici spostano i propri interessi, utilizzando metodi sempre più subdoli e sottili per truffare il prossimo.

Nelle domande per trovare partner o appuntamenti è chiaro che l’obiettivo è compiacere quella persona che tanto cerchi. Quando inizi una conversazione con qualcuno che ti sembra speciale, ci sono sempre tantissimi argomenti da condividere, aneddoti, hobby e pensi addirittura che quella persona sia perfetta per te. Bisogna sempre avere buona fede con le persone in qualsiasi campo, ma in questi tipi di applicazioni in cui emergono i sentimenti, la manipolazione emotiva può causare le cosiddette “truffe romantiche”.

Come non farsi truffare su Tinder

Questo tipo di frode consiste nel fatto che il truffatore o il criminale informatico cerca di creare un’atmosfera sentimentale con quell’utente che cerca il suo partner ideale in modo che prima o poi possa ottenere denaro da lui per diversi motivi. Un fenomeno in grande crescita che ha spinto Tinder e la sua società madre, Match Group, a lanciare una campagna per ricordare agli utenti dell’applicazione come evitare le truffe di finanza online e comportamento tossico.

Truffe romantiche Tinder
La campagna di Tinder contro le “truffe romantiche” – (lintellettualedissidente.it)

Con il lancio di questa campagna, Tinder invierà messaggi in-app incoraggiando gli utenti a non inviare mai denaro o ad accettare consigli di investimento da qualcuno che non hanno mai incontrato o che non conoscono. Sì perché le modalità possono essere diverse.

Le prime truffe si concretizzano attraverso bot che scrivono in maniera automatica, essendo settati sulla capacità di rispondere alle più classiche domande, prima di inviare un link malevolo. Facciamo attenzione, perché cliccandoci potremmo, di fatto, dare il via libero all’accesso ai nostri dati personali e finanziari. In parole povere: in pochissimo tempo il nostro conto potrebbe essere vuotato.

L’altra modalità è più “vecchia scuola” con qualcuno che, materialmente, chatta con il malcapitato o la malcapitata, fingendosi follemente innamorato e costringendolo a inviare denaro. A volte anche somme molto ingenti. Negli ultimi anni Tinder, attraverso Match Group, ha implementato una serie di misure per prevenire e avvisare di questo tipo di truffe o frodi, come l’arrivo delle verifiche dei selfie e delle video chat, all’invio di messaggi con suggerimenti per la sicurezza se rilevati a seconda di quale linguaggio nelle conversazioni.

Impostazioni privacy