Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Se la tua mania è mangiarti le unghie, dovresti sapere che cosa c’è dietro questa compulsione | La ionicofagia

Foto dell'autore

Floriana Vitiello

L’onicofagia è un atteggiamento compulsivo che consiste nel mangiarsi le unghie. Cosa si nasconde dietro quest’abitudine?

Un terzo della popolazione soffre di questa mania, nella maggior parte dei casi in forma lieve. I casi più rari di forme gravi riguardano meno dell’1% della popolazione, in particolare bambini e adolescenti. Anche se le sue conseguenze sono spesso estetiche, esiste un rischio significativo di infezione.

L'onicofagia: cosa si nasconde dietro
L’onicofagia è un atteggiamento compulsivo – Intellettualedissidente.it

Le cause dell’onicofagia variano, ma in generale si tratta di una situazione di stress o concentrazione. Questo può accadere sul lavoro, nella vita personale o anche quando si smette di fumare. L’importanza di questi diversi motivi varia notevolmente tra i sessi e le età. Nei bambini e negli adolescenti questa abitudine può essere sviluppata osservando le persone a loro vicine, a casa o a scuola.

Se hai la mania di mangiarti le unghie: scopri quali sono le cause e le conseguenze

L’onicofagia è spesso benigna ma può causare microlesioni cutanee che possono portare a infezioni locali, soprattutto quando l’unghia viene morsa fino alla radice delle falangi. Ha soprattutto ripercussioni sociali perché le persone colpite hanno difficoltà ad affrontare le mani danneggiate, il che può sfociare in comportamenti aggressivi o isolamento dal mondo esterno, rafforzati dalla difficoltà a fermarsi.

L'onicofagia è spesso benigna ma può causare microlesioni cutanee
Soluzioni per l’onicofagia – Intellettualedissidente.it

La persona che si mangia le unghie è spesso molto ansiosa, timida e introversa. Poiché i più colpiti sono i bambini (il 25% dei preadolescenti), è necessario incoraggiarli a smettere, anche se, nella maggior parte dei casi, abbandonano l’abitudine da adulti. Bisogna però fare attenzione a non esercitare alcuna pressione su di essi. In effetti, ciò porterebbe al risultato opposto e diventerebbero ancora più ossessionati dalle loro unghie.

Per incoraggiarli a smettere, se hai lo stesso problema, cogli l’occasione per mostrare loro anche i tuoi progressi. Altrimenti, assicurati di lodarli quando hanno successo. Non sgridarli se non ci riescono, ma spiega loro perché dovrebbero smettere. Per i preadolescenti, enfatizza il lato estetico se gli prestano attenzione.

Ecco dei consigli da seguire per smettere di mangiare le unghie:

  • Non mangiarti mai le unghie, nemmeno per tagliarle. Questo fa sì che la cattiva abitudine ritorni.
  • Idratare le mani regolarmente. Infatti non è piacevole mettere le mani unte in bocca. Questo alla lunga può disgustarti con la tua mania.
  • Applicare lo smalto amaro (disponibile in farmacia). Questa vernice, trasparente e molto resistente, ti lascerà un sapore molto sgradevole in bocca e dovrebbe incoraggiarti a smettere di mangiarti le unghie rapidamente.
  • Mettere una benda sull’unghia mangiata non è attraente, ma eviterà ulteriori rosicchiature e il rischio di infezioni.
  • Anche fare una bella manicure, indossare uno smalto bello o, più radicalmente, unghie finte, può scoraggiarti per un po’.

Se non riesci a superare l’onicofagia, potrebbe essere meglio parlare con il tuo medico o dermatologo. Può essere utile anche un consulto con uno psichiatra e/o uno psicologo per capire cosa si nasconde dietro il proprio stress.

Impostazioni privacy