Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Bere tanta acqua è inutile se lo fai coi tempi sbagliati: questi sono i momenti migliori della giornata

Foto dell'autore

Danila Franzone

Bere tanta acqua è fondamentale per la nostra salute, eppure non tutti sanno che ci sono momenti della giornata in cui è più consigliato farlo. Scopri quali sono e inizia subito!

Bere durante il giorno è uno dei doni più grandi che possiamo fare al nostro organismo. Attraverso una corretta idratazione gli consentiamo infatti di vivere meglio e di offrirci tutta l’energia che ci serve per compiere le normali azioni quotidiane. Limitarsi a questo (a volte persino sforzandosi per fare la cosa giusta), però, non sempre è sufficiente.

quando bere acqua
Quali sono i momenti migliori in cui bere acqua (lintellettualedissidente.it)

Il nostro organismo ha infatti bisogno di un determinato quantitativo d’acqua al giorno, motivo per cui è importante imparare a conoscere quelli che sono i momenti migliori in cui bere.

Quali sono i momenti in cui dovresti bere durante il giorno

Iniziamo col dire che bere è sicuramente meglio che non farlo. C’è però un aspetto da considerare che in pochi conoscono. Il nostro organismo è in grado di regolare l’equilibrio idrico attraverso sudorazione, respirazione ecc…Tuttavia, può farlo solo in determinate quantità. Ecco, quindi, che bere un litro d’acqua in un colpo può rivelarsi deleterio e in alcuni casi persino dannoso. Per fare tutto nel modo corretto l’unica via possibile è quindi idratarsi poco alla volta nel corso della giornata.

I momenti migliori in cui bere acqua
Nel corso della giornata, ci sono alcuni momenti in cui bere acqua è fortemente consigliato (lintellettualedissidente.it)

Considerando che per mantenersi idratati si dovrebbero bere dagli 8 ai 10 bicchieri d’acqua al giorno, i momenti migliori si possono suddividere in:

  • Prima della colazione;
  • A metà mattina;
  • A pranzo;
  • Durante il pomeriggio;
  • A cena;
  • Dopo cena.

Bevendo due bicchieri ai pasti principali e uno nelle varie fasi della giornata si arriva già al quantitativo di 8 al giorno. Una misura che si può ovviamente aumentare se si sente bisogno di dissetarsi o si riesce ad integrare l’acqua in altri momenti e sempre senza esagerare.

In questo modo l’organismo si manterrà correttamente idratato e non verranno affaticati i reni, evitando sensazioni di malessere date dalla scarsa o dall’eccessiva assunzione di acqua. Come sempre, insomma, la via di mezzo è sempre quella più consigliata ed in grado di promuovere il benessere in modo semplice e naturale. E se hai difficoltà a ricordare i momenti in cui bere?

In tal caso puoi impostare dei timer sul tuo smartphone o segnare gli orari su una bottiglia da due litri da tenere con te. Le soluzioni da seguire sono tante e tutte utili per acquisire la buona abitudine di bere piccole quantità d’acqua nell’arco della giornata. Ciò che conta è sceglierne anche una che sia di qualità, magari non del rubinetto e con un basso residuo fisso.

Impostazioni privacy