Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Siete sicure che le app che aiutano a rimanere incinte siano efficaci? Qualche dubbio c’è

Foto dell'autore

Fabiana Coppola

Sono sempre di più le donne che utilizzano le app per rimanere incinte, ma siamo sicure che siano realmente efficienti? 

Molte coppie che desiderano avere un figlio si affidano sempre più spesso alle app per avere la possibilità di avere date certe. Ma siamo certi che funzionino davvero? Ecco la verità.

incinta rimedi efficienti
Siete sicure che le app che aiutano a rimanere incinte siano efficaci? L’intellettualedissidente.it

Il metodo per avere dei figli? In molti si rivolgono alle app per poter sapere con certezza quali sono i giorni più fertili in assoluto, ma siamo sicuri che funzionino davvero? Ecco una verità che ci farà traballare sulla questione e ci darà qualche risposta in più.

Avere dei figli con le app che aiutano a rimanere incinta: ma funzionano davvero?

Molte coppie per avere un figlio utilizzano il metodo tradizionale, magari concedendosi dei giorni di relax per essere meno stressati. Ci sono però delle situazioni in cui magari dopo mesi non arriva il concepimento e allora ci si rivolge alle app per calcolare i giorni fertili.

Ma queste funzionano per davvero? Ecco la risposta. Molte applicazioni aiutano le donne a calcolare la data dell’ovulazione con l‘obiettivo di massimizzare le possibilità di concepimento. Se si cercano queste se ne troveranno di tantissime, ma ecco cosa riporta Le Figaro. Due medici hanno dichiarato che nessuna applicazione sostituisce la consultazione con uno specialista: ecco perché.

incinta rimedi efficienti
Qualche dubbio c’è-L’intellettualedissidente.it

“In generale, sbagliamo quando cerchiamo di prevedere con certezza la data dell’ovulazione”, ha dichiarato il dottor Michael Grynberg, capo del dipartimento di medicina riproduttiva e preservazione della fertilità presso l’ospedale Antoine Béclère di Clamart. L’ostetrica responsabile dell’area ha poi aggiunto che nessuna app si può sostituire a uno specialista nell’individuare un buon periodo di fertilità.

Le applicazioni di fatto calcolano il periodo fertile quando una donna indica la data del suo ultimo ciclo, e la durata media. Nella pratica però incidono sulla fertilità tantissimi fattori come lo stress o la stanchezza per cui questi calcoli non possono essere assolutamente precisi.

Ci sono anche applicazioni più precise che tengono contro dei risultati dell’ovulazione ormonale, ovvero del picco dell’ormone luteninizzante, ma anche in questo caso i risultati non sono ottimali e accurati, come dichiara il dottore. Il fatto che ci sia un’ovulazione e che si abbiano rapporti sessuali in quel periodo non indica che ci sarà una gravidanza certamente. È fondamentale infatti che l’ovulazione sia di buona qualità per giungere al concepimento e all’impianto dell’embrione.

Impostazioni privacy