Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Bambina va al canile per scegliere un cagnolino: quello che succede è davvero commovente

Foto dell'autore

Sebastiano Spinelli

Una bambina era andata ad un canile per prendere un cagnolino. Che cosa è accaduto di così tanto gioioso e inaspettato?

Andare al canile per prendere un cane è un momento fantastico per tutti. Si può ridare una seconda possibilità ad un povero animale che, per un motivo o per un altro, è stato abbandonato da altre persone. Viene accudito nel canile, ma è anche vero che ha bisogno dell’amore di una famiglia che gli voglia davvero bene. Le persone che si attaccano di più ai cani sono proprio i bambini, che li trovano dei simpatici amici con cui passare il proprio tempo.

Bambina va al canile per comprare un cane
Tutti si sono commessi al gesto della bambina – IntellettualeDissidente.it

E questo lo sa molto bene Elina Dilenko, una bambina che aveva chiesto alla propria madre di andare nel canile per prendere un cane. Questa era la sua idea iniziale, che andava più che bene alla sua mamma. Per cui sono andate nel canile più vicino alla loro casa, cercando di scegliere un cane che potesse essere adottato. Ciò che ha sorpreso tutti è stata la richiesta di Elina Dilenko.

Va al canile e chiede di avere un cane, ma la richiesta non è come le altre: sorprende tutti

La bambina aveva chiesto di parlare fin da subito con il responsabile. In seguito ha domandato se potesse avere il cane che era nella struttura da più tempo, nello specifico quello che nessuno voleva. Il suo obiettivo era di darle una possibilità, così da renderlo felice. Una richiesta del genere è rara visto che una bambina tende a scegliere un cucciolo, e non un cane adulto o che sta per vivere i suoi ultimi mesi di vita.

Bambina va al canile per comprare un cane
La bambina ha preso una scelta saggia al canile – IntellettualeDissidente.it

Invece lei voleva il cane più sfortunato, o che forse era considerato il più maleducato. Infatti la responsabile aveva indicato alla bambina un cane adulto e aggressivo: nessuno lo voleva per questa ragione. La bambina ha fatto pressione alla mamma per poterlo prendere, sostenendo che non fosse così cattivo come le persone dicevano. Dopo un po’ di tempo ha finalmente accettato, acconsentendo alla richiesta e portando il cagnolone a casa.

Ma le sorprese non sono finite qui, perché il cane aveva cambiato atteggiamento. Era docile, gentile ed educato, carattere che non aveva mai dimostrato prima d’ora. A quanto pare bastava soltanto che una famiglia lo accettasse e gli desse amore e fiducia, trasformandolo in un cane bellissimo da avere in casa.

Impostazioni privacy