Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Quali sono le festività primaverili più strane, quelle tradizionali e quelle misteriose e antiche

Foto dell'autore

Simone Scalas

La primavera è un periodo carico di significato in molte culture del Mondo. Si celebrano feste e rituali e si mette al centro dell’attenzione la rinascita della natura e l’inizio di nuovi cicli. Per questo motivo ci sono tantissimi fatti che possiamo scoprire. Simboli nascosti e stranezze storiche che rendono questa stagione così unica e affascinante.

Molte festività primaverili hanno radici antiche e sono collegate alle celebrazioni pagane. La Pasqua cristiana, per esempio, coincide spesso con la Pasqua ebraica e con le antiche celebrazioni pagane come le feste di Ostara e Ishtar. La prima si festeggia di solito il 21 marzo e prende il nome dalla Dea germanica collegata a natura e abbondanza. I festeggiamenti attraverso uova colorate e decorate rappresentano fertilità e nascita. La seconda deriva da una divinità sumera ed è una celebrazione antica della Mesopotamia, vicina all’equinozio di primavera e associata a fertilità, amore e guerra.

Le uova colorate riguardano soprattutto le festività europee. Se ci allontaniamo e arriviamo nelle Americhe, troviamo le culture indigene che preferiscono festeggiare con la danza della pioggia. Si tratta di antichi rituali con cui si invocano le piogge che sono fondamentali per far crescere i raccolti. Queste danze sono accompagnate da canti, tamburi e movimenti che imitano il cadere della pioggia. Sempre legate alla natura sono le tradizioni giapponesi, soprattutto la festa di Hanami. Qui fiori e alberi sono sacri, soprattutto il ciliegio in fiore, considerato simbolo di bellezza e trasformazione. Alberi e fiori diventano particolarmente importanti durante le festività primaverili.

In ogni continente

Quali sono le festività primaverili più strane?  Una è sicuramente celtica ed è la festa del fuoco, Beltane e quella di Walpurgisnacht. Durante Beltane si accendevano falò sacri per proteggere il bestiame e incoraggiare la fertilità del terreno. A Walpurgisnacht, festa tradizionale tedesca, celebrata la notte del 30 aprile, i fuochi e le cerimonie servivano per scacciare gli spiriti maligni.

Molto particolare è la festa dei bambini che si svolge in Giappone. Si chiama Kodomo no Hi e si festeggia il 5 maggio. Si utilizzano bandiere a forma di carpa che rappresenta la forza e la determinazione. Queste celebrazioni sono tra le più famose del mondo tra quelle che utilizzano giochi e riti di passaggio.  Altre che potremmo non conoscere, ma di cui dovremmo essere informati, sono la festività Holi dell’India, nota per il suo carattere giocoso e colorato. Nowruz, della Persia e dell’Asia centrale, festa celebrata il 21 marzo, come Capodanno, in cui le famiglie si riuniscono per consumare pasti tradizionali e partecipare a giochi e attività all’aria aperta. Songkran in Thailandia, nel mese di aprile, che si caratterizza per celebrazioni e giochi acquatici.

Quali sono le festività primaverili più strane che dovremmo conoscere in viaggio

I riti di passaggio durante le festività sono molto frequenti, sia nel transito dalla stagione calda a quella fredda e sia da quella fredda a quella calda. Insieme al passaggio sono diffusi anche i simboli di prosperità e buon augurio. Questo vale per la festa dei bambini in Giappone così come per Nowruz in Iran. Qui si utilizza una tavola con sette elementi che iniziano con la S persiana. I significati specifici sono tutti legati a speranza è felicita.

La primavera e l’equinozio di primavera hanno sempre affascinato l’umanità. Monumenti come Stonehenge in Inghilterra o Chichen Itza in Messico sembrano essere allineati con i raggi del sole durante questo periodo. Di solito si tratta di misteri che studiosi e viaggiatori appassionati di curiosità amano e non si lasciano sfuggire. Senza dimenticare anche gli inviti per le pulizie di purificazione che allontanano le energie negative accumulate durante l’inverno. La primavera ha un impatto significativo non sono in Occidente ma in tutto il Mondo. Celebrazioni, tradizioni religiose e laiche e riti, si trovano in tantissimi paesi. A primavera pare obbligatorio rinascere.

Impostazioni privacy