Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Il sistema per fare alzare la pressione quando è troppo bassa: cosa prendere

Foto dell'autore

Guendalina Bonito

In autunno potrebbero verificarsi degli abbassamenti di pressione a causa del cambiamento delle temperature climatiche e dei ritmi di vita, ecco come fare per alzarla senza problemi

Il ritorno a scuola, al lavoro, in un clima diverso da quello appena sperimentato in vacanza può davvero far sì che la pressione si abbassi in un batter d’occhio e senza che dia il tempo di intervenire.

pressione bassa ecco come alzarla
Ecco come non essere ipotesi -lintellettualedissidente.it

Ma, a differenza della pressione alta, che presuppone il più delle volte una cura farmacologica, quella bassa può essere assolutamente tenuta sotto controllo anche attraverso dei semplici accorgimenti. Inoltre, possibile fare alzare la pressione facilmente, anche attraverso l’alimentazione.

Innanzitutto bisogna precisare che l’ipertensione si verifica quando la pressione del sangue sulle pareti delle arterie è elevata, al contrario l’ipotensione. Con la pressione arteriosa che scende al di sotto dei 90/60 mmHg.

La pressione bassa può manifestarsi con dolori alla testa e capogiri, vertigini e senso di svenimento, nausea, spossatezza, confusione. I fattori scatenanti possono essere di tipo genetico, intensa attività fisica, disidratazione, stato interessante in corso nelle donne, anemia, luoghi troppo caldi o troppo freddi.

Il metodo che fa alzare subito la pressione

L’alimentazione può fare davvero la differenza quando si parla di pressione bassa. Infatti, molto sta nel mantenimento di una corretta idratazione del corpo, attraverso alimenti ricchi di acqua come frutta e verdura di stagione e assunzione di liquidi stessi. Meglio acqua oligominerale e assolutamente evitare alcol, che può aggravare la situazione.

pressione bassa ecco come alzarla
Ecco come non essere ipotesi -lintellettualedissidente.it

Inoltre sono da preferirsi i pasti poco abbondanti, ma frequenti anziché le abbuffate. Meglio una dieta con colazione, spuntino di metà mattinata, pranzo, merenda, cena e altro spuntino, se necessario quest’ultimo. Poco, ma spesso è la chiave per mantenere stabili i livelli di pressione nel corpo, visto che anche il processo di digestione abbassa, dopo il pasto, la pressione. Meglio non scaricare ulteriormente l’organismo con un grosso e lungo processo digestivo causato da un pasto eccessivo.

Bisogna, poi, aumentare il consumo di quelli alimenti che contengono soprattutto vitamina B12, ferro, acido folico per evitare che sopraggiunga anemia. In caso di calo di pressione improvvisa, meglio evitare di somministrare al malcapitato acqua e zucchero.

Si tratterebbe di puro veleno in caso di crisi derivata da un aumento di glicemia. Meglio optare per una tazzina di caffè ristretto e amaro.

La caffeina, con il suo effetto vasocostrittrice aumenta la pressione. Ma attenzione a non abbondare, visto che la stessa caffeina, in quantità eccessive, aumenta la diuresi. Andare in bagno spesso a urinare per chi soffre di pressione bassa non è poi la cosa migliore, visto che l’atto della minzione favorisce ulteriore ipotensione.

Infine, i consigli sono quelli di evitare luoghi troppo caldi e sbalzi di temperature in generale, idratarsi correttamente soprattutto post e durante sforzo fisico, evitare di eccedere con i diuretici, consumare piccoli pasti e spesso, fare una regolare e non eccessivamente intensa attività fisica.

 

 

Impostazioni privacy