Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Basta un solo rotolo di carta igienica per eliminare il calcare da sanitari e rubinetteria. Ecco come fare

Foto dell'autore

Daniele Pisacane

Mantenere puliti i sanitari e la rubinetteria in casa è fondamentale non solo dal punto di vista estetico, ma anche da quello igienico. Un bagno o una cucina lucenti, e privi di macchie, infatti, aggiungono valore estetico agli ambienti e, allo stesso tempo, contribuiscono a una maggiore igiene e al mantenimento delle apparecchiature in condizioni ottimali. 

Uno dei peggiori nemici da sconfiggere quando si tratta di pulizie in casa, è sicuramente il calcare. Ma oggi ti sveleremo un trucchetto semplice e veloce per eliminare il calcare, senza sforzi e senza usare detersivi.

Ecco perché il calcare è così pericoloso e difficile da togliere

Il calcare è una sostanza biancastra che si forma quando l’acqua dura evapora lasciando dietro di sé i minerali, in particolare il carbonato di calcio. Questi depositi di calcare possono accumularsi sui sanitari, sulla rubinetteria e su altre superfici del bagno e della cucina nel corso del tempo, creando macchie e rendendo difficoltosa la pulizia.

Col passare del tempo, questi depositi si accumulano anche all’interno delle tubature, ostacolando il flusso dell’acqua nei rubinetti e riducendo l’efficienza degli apparecchi idraulici.

Il problema principale, però, è che una volta incrostatosi, il calcare può diventare molto difficile da eradicare. Tant’è vero che spesso, è necessario l’uso di detergenti aggressivi, acidi e tanto, tantissimo olio di gomito.

Ecco il trucco della carta igienica che nessuno conosce

Fortunatamente, esiste un trucco semplice ed efficace per eliminare le tracce di calcare da sanitari, rubinetteria e altre parti del bagno e della cucina. Infatti, basta utilizzare della semplice carta igienica, unita all’acido citrico. Ecco come procedere:

  1. Prepara una soluzione di acqua demineralizzata (va bene anche dell’acqua bollita e lasciata raffreddare per 24 ore) e acido citrico in polvere. La soluzione deve essere all’80% composta di acqua e dal 20% di acido citrico.
  2. Mescola la soluzione e versala in un contenitore precedentemente pulito.
  3. Strappa 5 pezzi di carta igienica (meglio utilizzare quella con 3 o 4 strati).
  4. Immergili leggermente, tutti insieme, all’interno della soluzione e applicali nei punti in cui è necessario eliminare il calcare (ad esempio, sulle pareti del WC, sui rubinetti, sulle tubature e così via). Vedrai che rimarranno appiccicati alle superfici.
  5. Lascia agire per un paio d’ore.

Questo processo permette all’acido citrico di sciogliere efficacemente le macchie di calcare, facendo risplendere nuovamente le superfici senza l’uso di altri prodotti chimici dannosi o inquinanti.

Trascorse le ore necessarie, butta via la carta igienica che si sarà ormai seccata, e passa un panno per eliminare eventuali residui.

Lettura consigliata

CONVIENE APRIRE UN FRANCHISING NEL 2024? ECCO COSA DICE FORBES SUGLI 8 PUNTI DA SEGUIRE E SULLA SITUAZIONE ITALIANA

Impostazioni privacy