Pietrasanta (Lucca), 22 ottobre 2019, Giovane, piccolo e indipendente, Libropolis, il festival di editoria e giornalismo che domenica ha chiuso la terza edizione con migliaia di visitatori fra gli stand e nelle sale del Chiostro di Sant’Agostino a Pietrasanta, è ormai un gioiellino nel panorama delle rassegne dedicate all’editoria. Tre giorni, 35 ospiti italiani e stranieri fra giornalisti e intellettuali, 20 presentazioni di libri, 4mila visitatori, 24 editori indipendenti con centinaia di titoli e tante anteprime. Bagno di folla, nel giorno di chiusura, per Alain De Benoist, per Franco Cardini, Alberto Zanconato, Giovanni Lindo Ferretti, Franco Arminio, e sale piene per Marco Tarchi, Giuliano Noci, Fabio Massimo Parenti, Paolo Ercolani, Thomas Fazi, Carlo Formenti, Sandro Teti e Marc Innaro.

Un bilancio estremamente positivo per un festival nato tre anni fa dall’idea di Alessandro Mosti, giovane avvocato di Pietrasanta e presidente dell’associazione Libropolis (in collaborazione con la rivista “L’Intellettuale Dissidente” e i suoi autori) con il supporto di Sebastiano Caputo (direttore editoriale) e Lorenzo Vitelli (direttore artistico). “Libropolis, anche in questa terza edizione, ha catturato e intercettato l’attenzione di migliaia di persone che, nella nostra tre giorni, hanno potuto trovare uno spazio di dibattiti e proposte editoriali fuori dagli schemi – dichiara il fondatore Alessandro Mosti. In una società come la nostra, dove lo spazio per la riflessione, il confronto ragionato e non urlato, la pratica del dubbio è sempre più relegato in secondo ordine, al pari di tanti piccoli editori che non hanno la forza economica dei giganti con manifeste corsie preferenziali su giornali e media, l’offerta di Libropolis si connota per la sua unicità e, soprattutto, per la sua apertura”.

Alberto Giovannetti, sindaco di Pietrasanta: “La crescita di Libropolis è evidente e vistosa. E noi di questa crescita siamo molto contenti perché ci abbiamo creduto sin dall’inizio come siamo convinti che un domani, con l’aumento di pubblico, riusciremo a portarla in Piazza Duomo. Questo è l’obiettivo che condividiamo con gli organizzatori. Libropolis è una manifestazione che nasce a Pietrasanta per Pietrasanta, che caratterizza la nostra proposta cultura. E’ un Festival fatto e pensato per una crescita graduale rivolta ad un pubblico maturo che esalta il lavoro delle piccole case editrici che sfornano pubblicazioni di grande qualità. Non sempre la qualità trova riscontro nelle vendite. Il successo dei grandi eventi si costruisce con pazienza e tempo. E’ quello che vogliamo fare con Libropolis”.

“A chi ha bollato la nostra iniziativa culturale con la solita etichetta ideologica, noi lasciamo che siano i fatti a smentirli – aggiunge Mosti -: Libropolis dà voce a tutti a prescindere dalle idee politiche. Grandi giornalisti e grandi intellettuali, in questa e nelle passate due edizioni, si sono seduti allo stesso tavolo per confrontarsi e offrire al pubblico idee diverse, irregolari, contrarie. Il pensiero critico è il valore che Libropolis, grazie alle proposte degli editori e alla attenzione di tanti personaggi autorevoli del panorama culturale italiano, vuole trasferire al pubblico che ha dimostrato interesse e attiva partecipazione alle conferenze con gli ospiti protagonisti di approfondimenti, conferenze e presentazioni di libri”. “A tutti – conclude il presidente di Libropolis – va il nostro ringraziamento per la magnifica collaborazione e per la grande impresa di riuscire a creare, nonostante il sostegno di istituzioni e sponsor, con un piccolo budget, momenti di altissimo profilo come pochi e sempre più rari in Italia”.

Lo stand di GOG Edizioni

Da subito inizieremo a programmare Libropolis 2020, confrontandoci in modo particolare soprattuto con gli editori, sia quelli che non hanno mai fatto mancare il loro sostegno (come GOG, Bietti, e Piano B), sia con chi si è avvicinato quest’anno (Gli Asini, Mimesis, Edizioni di Comunità, Atlantide e Quodlibet) per creare un festival che possa essere realmente di stimolo e supporto alla loro attività editoriale.