Libropolis / Festival dell’editoria e del giornalismo / Il programma del 2018

Libropolis, il festival del giornalismo e dell’editoria che ha visto la sua prima edizione nel 2017 a Pietrasanta, si rinnova anche quest’anno grazie al contributo del Comune di Pietrasanta, della Provincia di Lucca e della Regione Toscana e agli sponsor che hanno aderito all’iniziativa migliorandone l’intera organizzazione come ha sottolineato più volte il presidente Alessandro Mosti. L’appuntamento è dal 19 al 21 ottobre 2018 (venerdì, sabato e domenica) nella splendida cornice del Chiostro di Sant’Agostino all’interno del quale il mondo della piccola e media editoria, circa venti editori, 
in compagnia dei grandi nomi del giornalismo italiano, avranno l’occasione di esporre i propri libri e animare conferenze e presentazioni di libri per capire il mondo moderno e le sue contraddizioni.

Libropolis vuole diventare uno dei più importanti appuntamenti di cultura politica ed editoriale in Italia, per questo motivo il programma realizzato dagli organizzatori ha voluto dare spazio a ospiti di primo piano su tematiche attuali, dalla geopolitica all’economia passando per la sociologia e la letteratura, per segnare una pagina importante in quella che viene definita la “piccola Atene”.

Si parte venerdì 19 con lo storico Franco Cardini e il filosofo Paolo Ercolani per analizzare le grandi ideologie del Novecento e contestualizzarle ai giorni nostri. Il giorno successivo, sabato 20, sfileranno il reporter Gian Micalessin e il giornalista Toni Capuozzo per presentare la prima autentica opera completamente italiana di Graphic Journalism a cura di Signs Publishing, a seguire lo scrittore Massimo Fini presenterà il suo ultimo libro Confesso che ho vissuto (Marsilio), gli economisti Fabio Dragoni e Thomas Fazi interverranno sul tema del protezionismo dieci anni dopo il fallimento della Lehman Brothers, il giornalista Sebastiano Caputo riporterà le sue esperienze di viaggio nel Vicino e Medio Oriente in occasione della pubblicazione del suo saggio Mezzaluna Sciita (GOG Edizioni) insieme alla storica firma Alberto Negri, infine Carlo Freccero e Lorenzo Vitelli affronteranno il tema del “tramonto delle élite” nell’epoca del tecnopopulismo. Domenica 20, aprirà l’ultima giornata Stenio Solinas con la biografia di Wyndham Lewis intitolata Genio ribelle (Neri Pozza), a seguire Claudio Messora, Enzo Pennetta e il nuovo presidente della Rai Marcello Foa tratterranno il tema “mainstream e nuovi media”, poi il professor Giulio Sapelli e l’economista Oscar Giannino dibatteranno su vantaggi e svantaggi della “smart economy” e per concludere il cantautore Giovanni Lindo Ferretti si racconterà in una lunga intervista a tutto campo.

L’ingresso al Chiostro di Sant’Agostino (e alla sala Annunziata dove si svolgeranno gli incontri) è libero e gratuito per tutti e tre i giorni. Scarica l’intero programma (qui).

Il sito utilizza cookie per fini statistici, per la visualizzazione di video e per condividere argomenti sui social network. Proseguendo sul sito l’utente ne accetta l'utilizzo. Per maggiori informazioni consulta l’ Informativa Estesa.

OK