Immaginate di stare negli Stati Uniti, a New York, più precisamente a Manhattan. Immaginate di svegliarvi una mattina, di leggere sui quotidiani le solite, orwelliane, notizie. Borsa in calo, omicidi, aumento del debito, acquisizioni, fusioni, profitto, star system, feste, di plastica, come nel grande Gatsby. Adesso immaginate di affacciarvi dalla finestra del vostro appartamento situato nelle vicinanze di Zuccotti Park. Da giorni, senza sosta, in quella piazza, il movimento “Occupy Wall Street” sotto lo slogan “noi siamo il 99 percento”, si è insediato nell’area privata per  denunciare gli abusi del capitalismo finanziario e l’iniquità sociale sviluppatasi a seguito della crisi mondiale. La rabbia del ceto medio contro le banche e la speculazione finanziaria, rea di aver messo in ginocchio l’economia reale si estende a macchia d’olio su tutto il territorio, migliaia di attivisti invadono poco a poco tutte le città nordamericane. I media oscurano le proteste e sui quotidiani si leggono le solite, orwelliane, notizie. Pochi giorni dopo Edward Snowden esce allo scoperto e sputtana la Casa Bianca. Altri movimenti si strutturano per sostenere l’ingegnere informatico della Cia rifugiatosi a Mosca. I movimenti confluiscono rapidamente. I giornali continuano ad insabbiare tutto, ma fuori dalla vostra finestra, da giorni, Zuccotti Park è messa a ferro e fuoco dai migliaia di attivisti che quotidianamente si scontrano con le forze dell’ordine.

Ora immaginate che nei vari movimenti si siano infiltrati con passaporti falsi alcuni narcos sudamericani finanziati dall’estero. Che “Occupy Wall Street” e i gruppi affiliati si sciolgano, che le proteste si trasformino in una guerriglia permanente contro le forze dell’ordine. Infine immaginatevi che le loro armi siano di fabbricazione straniera, che uccidano i civili, decapitino i sacerdoti, utilizzino armi anti-convenzionali, armino i bambini, organizzino stragi di massa. Immaginate che i loro crimini sono additati dalla comunità internazionale agli agenti nordamericani. Ora, svegliatevi a Damasco.