L’art. 18 è un falso problema. I diritti sociali nella loro totalità, alla fine, che problema sono? Bisognerebbe poter licenziare con un tweet e via. Il lavoro ai tempi dell’Euro. E allora assistiamo pure alla rappresentazione teatrale della direzione del partito di maggioranza assoluta, dove c’è un D’Alema, quello del Kosovo, che pare un filantropo a confronto della nuova versione PD renziana in salsa “azione cattolica”, con tutto il rispetto ma manco troppo, un po’ per tutti.
Forse il Pd sta andando in pezzi. La teoria della smolecolarizzazione della” sinistra” lanciata da Bertinotti alias Guzzanti tanti anni fa, misà che è ancora attuale. Divididetevi e scomponetevi, la sommatoria delle molecole farà la maggioranza. Il capitale ha bisogno di tanti porti dove attraccare. Un porto unico non è mai sicuro e non presenta vie di fuga. Al massimo chiamate la Troika, fate qualcosa insomma, che la incessante produzione neoliberista non finisca, diamine! E chiudetele tutte queste sezioni che servono solo a pensare! Scalfari e De Bortoli tirano bordate, persino la Cei comincia a storcere il naso. Matteino nostro, tira n’ariaccia se dice a Roma.
Berlusconi il Venerdì va a Milanello. La coalizione naturalmente alternativa a quella ora governativa è sintetizzabile nell’immagine di Daniele Bonera al centro della difesa del Milan: gioca per gli avversari. L’esperienza al servizio dei più giovani, dicevano.
George Clooney si sposa a Venezia, a celebrare c’è Walter Veltroni: sti cazzi.
Occhio che Della Valle scende in campo. Ne sentivamo tutti un estremo bisogno. Gli amici sconsigliano la discesa in campo. Lui tira dritto, vorrebbe solo manager e imprenditori: una squadra senza politici. Momento. Dove si è sentita sta storia? Il self made man che prende la situazione disastrosa della partitocrazia in pugno e la trasforma in una macchina perfetta.E poi Renzi non parli di lavoro che non ha mai lavorato. Ognuno parli di quello che sa fare. Facciamo scarpe, scarpe ovunque. Tutti con le Hogan e smettiamola di piagnucolare.
Ah sì: il capitale ha bisogno di più porti per continuare ad attraccare e riprodursi. Sempre la stessa pippa. Zero fantasia.
Domnica a Schettino: ” Dì la verità, sennò parlo io.” Sti cazzi. Eravamo in tema. Scusate.
La situazione qui è tutta molto poco intellettuale. Marx ed Hegel stanno prepotentemente tornando sugli scaffali degli italiani: sono entrambi completamente ubriachi. Hanno troppe ansie da smaltire, troppe cose storte. Marx non ce la fa più, sto capitale non implode, eppure le divisioni sociali sono stratificate e chiare a tutti. Aspettiamo un giorno nuovo con la caraffa proletaria in mano. Lo spirito assoluto, invece, se l’è bevuto il 900′, l’idealismo è in depressione.
Lotito è ovunque, l’Isis si dice sia alle porte e sto paese no, non si sente tanto bene.