Processo al ’68

Non il solito convegno. Un vero e proprio processo, il cui verdetto sarà emesso da te.

Nel 50° anniversario del ‘68, le posizioni restano inconciliabili.
Fu una stagione in cui libertà e creatività, immaginazione e fantasia, contestazione e ribellione furono ingredienti di una “rivoluzione” che ha trasformato la politica, la società e il costume?
Oppure fu l’anno della catastrofe, che ha lasciato solo miseria, individualismo e consumismo assoluto?
Lo stabiliremo all’esito di un vero e proprio processo, che vedrà protagonisti Diego Fusaro (saggista, filosofo, polemista) nel ruolo di Grande Accusatore e Paolo Ercolani (Professore di Filosofia all’Università di Urbino) nel ruolo di difensore. Il ruolo di Giudice spetterà ad Alessandro Bedini, giornalista presso il Corriere Fiorentino.
Dopo aver brevemente delineato la propria strategia difensiva, il Giudice e il pubblico interrogheranno i sostenitori di accusa e difesa.
Chiusa la fase “istruttoria”, si procederà con l’arringa finale.
Il verdetto sarà emesso da una giuria popolare composta dal pubblico.

Il sito utilizza cookie per fini statistici, per la visualizzazione di video e per condividere argomenti sui social network. Proseguendo sul sito l’utente ne accetta l'utilizzo. Per maggiori informazioni consulta l’ Informativa Estesa.

OK