Populismo: il vento del XXI secolo da Chavez a Le Pen

Populismo non è nutrirsi dei malumori del popolo, bensì bisogno di controrispondere agli abusi di una classe politica asservita alle logiche della finanza mondiale. Populismo è riportare al centro il popolo, nell’unica consapevolezza che ad esso solo spetta, e non ai consigli d’amministrazione delle banche del mondo, il dovere di decidere del suo destino.”

Ne parliamo con:
Marcello Foa, Il Giornale
Marcello de Angelis, Politico
Luca Lezzi, Coordinatore Nazionale Circoli Proudhon

Introduce
Lorenzo Nicola Roselli, Responsabile Culturale Collegio Augustinianum

Modera
Andrea MuratoreCoautore de “Il socialismo del XXI secolo”

“Uno spettro si aggira per il l’Occidente: lo spettro del populismo. Tutte le potenze del mondo globalizzato si sono coalizzate in una sacra caccia alle streghe contro questo spettro: l’Unione Europea e la BCE, i Partiti Democratici e le socialdemocrazie d’ogni angolo del globo, Clinton e Merkel, Renzi e Boldrini. È ormai tempo che i populisti espongano apertamente in faccia a tutto il mondo il loro modo di vedere, i loro fini, le loro tendenze, e che contrappongano alla favola dello spettro del populismo l’immagine di una avanguardia che non si alimenta dei rigurgiti del popolo, bensì delle sue necessità più disperate.”

Il sito utilizza cookie per fini statistici, per la visualizzzione di video e per condividere argomenti sui social network. Proseguendo sul sito l’utente ne accetta l'utilizzo. Per maggiori informazioni consulta l’ Informativa Estesa.

OK